Esortazione Apostolica Postsinodale-Querida Amazonia


Nel corso del suo pontificato, Papa Francesco si è sempre mostrato sensibile al creato, ed in  modo particolare, alla sua custodia. Già infatti nell’enciclica Laudato Si, esortava tutto il popolo cristiano a preoccuparsi della cura della casa comune, di quell’unica terra che abbiamo, a concentrarsi in particolar modo sui temi forti delle tante terre martoriate a causa dell’inquinamento globale.Il Santo Padre ha voluto soffermarsi insieme ai Vescovi, a riflettere su quello che è definito il  grande polmone della terra, ovvero l’Amazzonia. Il popolo cristiano non può stare più a guardare ma deve intervenire per prendersi cura della casa comune. Infatti ha voluto nell’esortazione Apostolica post- sinodale, riprendere i temi forti che hanno attraversato il sinodo, che ha avuto luogo a Roma tra il 6 e il 27 ottobre dello scorso anno. 

Querida Amazonia, s’intitola l’esortazione Apostolica post- sinodale del Santo Padre Francesco ,rivolta al popolo di Dio e a tutte le persone di buona volontà che si trovano di fronte all’amata Amazzonia e che si rendono conto che il suo splendore sta scomparendo di fronte al dramma dell’inquinamento globale.Occorre infatti ripensare un nuovo cammino per la chiesa e per una ecologia integrale volta al rispetto del nostro pianeta. Il Papa ha voluto umilmente, nella sua breve esortazione, formulare quattro grandi sogni che lo accompagnano per l’Amazzonia;  per una terra che lotti per i diritti dei più poveri; che difenda la ricchezza culturale che la distingue; che custodisca gelosamente l’irresistibile bellezza naturale che la adorna; una comunità Cristiana capace di impegnarsi e di incarnarsi in Amazzonia, fino al punto di donare alla chiesa nuovi volti amazzonici.

MC

Please follow and like us: