Il restauro della Pala d’Altare della nostra chiesa parrocchiale

Oggi 19 giugno, solennità del Sacratissimo Cuore di Gesù, abbiamo consegnato la grande tela dell’altare maggiore al laboratorio di restauro “Acquaro Michelina”. L’opera, rappresentante l’Arcangelo Michele con in mano la spada di fuoco e in atto di calpestare, in segno di vittoria, il grande dragone infernale, aveva bisogno di un integrale e attento restauro. Infatti  versava in condizioni critiche, apparse già ad un primo sopralluogo, ma risultate gravi dopo che l’opera è stata distaccata e portata a terra. Numerose le lacune e le ridipinture, come anche il sollevamento della pellicola pittorica che  ne stava minando la conservazione, conseguenze queste della funesta caduta del soffitto in seguito agli eventi bellici del 15 ottobre 1943 che espose la chiesa, con tutte le opere in essa conservate, a lunga e rovinosa intemperia. Il restauro, che consisterà nella rimozione di tutte le ridipinture e il riporto dell’opera allo stato primitivo, consentirà il recupero di una importante testimonianza pittorica, unica a dire il vero, presente nella nostra chiesa parrocchiale restituendo alla comunità non solo un’opera d’arte ma anche un documento di fede che i nostri antenati ci hanno tramandato e che a noi spetta il compito di conservare e trasmettere alle  generazioni future.

Don Emilio Angelo Meola

le immagini riprendono le varie fasi di smontaggio della tela.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *