Santo Stefano, la storia del primo martire cristiano

La storia di Santo Stefano


Di Stefano sappiamo che era probabilmente originario della Grecia, ma non conosciamo l’esatto anno della sua nascita: le ipotesi più attendibili parlano degli ultimi anni avanti Cristo. Sappiamo però con certezza che fu il primo dei sette diaconi della comunità di Gerusalemme, uomini scegli allo scopo di svolgere una serie di attività pratiche che, con l’aumentare dei discepoli, stavano riducendo il tempo che gli apostoli potevano dedicare alla predicazione e alla preghiera.

Stefano fu il primo martire della cristianità, per questo è chiamato “protomartire”, e venne lapidato nel 36 d.C. La certezza sulla data di morte è dovuta proprio al ricorso alla lapidazione, tipica esecuzione giudaica, e non invece alla crocifissione, che invece era impartita dagli occupanti romani. Nel 36 d.C. ci fu infatti in Palestina un vuoto amministrativo dovuto alla deposizione di Ponzio Pilato: mesi durante i quali a comandare la regione fu un organo locale, il Sinedrio.

Curiosità: uno dei principali accusatori di Stefano, all’interno del Sinedrio, fu Paolo di Tarso, nato con il nome di Saulo e che successivamente si convertì al cristianesimo sulla via di Damasco. Dopo la morte fu anch’egli dichiarato santo.

fonte: quotidiano.net

Please follow and like us: